Inserimento nel lessico: Tabacco da fiuto

Tabacco da fiuto, noto anche come Snuff, è stato utilizzato da varie culture del Centro e del Sud America molto prima della sua introduzione in Europa. Intorno all’anno 1561, Jean Nicot, ambasciatore francese alle corte reale portoghese, ha portato per la prima volta le foglie di tabacco e le sementi in Francia. Dal 16esimo secolo esso fu diffuso in tutta l’Europa. Nel 1677 è stata creata la prima fabbrica di tabacco di fiuto a Siviglia, in Spagna.
Ci sono diversi tipi di tabacco da fiuto. C’è lo Schmalzler (a volte chiamato Brasil) una specialità bavarese, che è fatta di scuri tabacchi Brasil. Il nome viene pertanto che prima era utilizzato il burro concentrato per fare il pizzicotto meno polveroso. Oggi, tuttavia, gli oli essenziali di tabacco sono utilizzati per la conservazione.
Snuff è oggi il tabacco da fiuto più venduto al mondo. Esso è originariamente dall’Inghilterra. Contrariamente allo Schmalzler è spesso aromatizzato e quindi ha un sapore completamente diverso da quello di Schmalzler.
Nel fiutare esistono vari riti, come una sentenza quando si fiuta il tabacco.
In caso di fiutare, si deve far attenzione a non tirare la polvere troppo velocemente con il naso, altrimenti s’innesca un riflesso starnuto o la polvere entra direttamente nella gola provocando un bruciore sgradevole.
Ci sono anche diversi modi per consumare il tabacco da fiuto, sia della parte posteriore della mano che, comunque meno comune, dalle dite.

Singletons Menthol Super Snuff

Comprare tabacco da fiuto e pure Snuff nel nostro online store.

Questa voce è stata pubblicata in T e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink da questo inserimento nel lessico.